lunedì, 15 Aprile , 24

Prandini: made in Italy, serve più trasparenza su mercati mondiali

Noi al Brennero per chiedere trasparenza, non...

Anicav: derivati pomodoro sono eccellenza 100% made in Italy

In 2023 esportazioni per 3 miliardi di...

Banche, Bankitalia: ok spiegazioni su prodotti ma migliorare documenti

Effettuato l’esercizio pilota “mystery shopping”, ora andrà...

Giansanti: in 2024 export agrifood verso nuovo record, +6%

Secondo Confagricoltura supererà il tetto dei 64...

Venezia, attivisti lanciano fango sulla Basilica di San Marco

Video newsVenezia, attivisti lanciano fango sulla Basilica di San Marco

La protesta per il clima. Il sindaco Brugnaro: gesto vergognoso

Venezia, 7 dic. (askanews) – Sei attivisti per il clima, aderenti alla campagna Fondo Riparazione di Ultima Generazione, sono entrati in azione a Venezia; hanno imbrattato con il fango la Basilica di San Marco e srotolato lo striscione con scritto “Fondo Riparazione”, per chiedere al governo di stanziare soldi per i cittadini vittime dei disastri del cambiamento climatico; oltre a esporre un cartello con le foto dei dodici attivisti rimasti in carcere tre giorni, dopo un blocco stradale a Fiumicino, prima di ricevere la misura cautelare dell’obbligo di dimora.Le forze dell’ordine, arrivate in pochi minuti, li hanno portati via. “Un gesto gravissimo e vergognoso” per il sindaco Luigi Brugnaro. “Ora basta – ha detto – è legittimo esprimere il proprio dissenso, ma sempre rispettando la legge, il nostro patrimonio culturale e religioso”.E il governatore del Veneto Luca Zaia ha aggiunto: “Rispetto al massimo le proteste democratiche di tutti, soprattutto se riguardano temi così importanti come il cambiamento climatico, ma da qui ad andare a imbrattare la Basilica di San Marco o altri edifici, decisamente no”. Un “gesto inqualificabile” per il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles