venerdì, 19 Aprile , 24

Riviera Film Festival, Ambra e Martina Stella tra i protagonisti

Dal 7 maggio a Sestri Levante Nicolas...

Fmi: in Europa atterraggio morbido raggiungibile ma sfide non facili

Preservare crescita duratura e stabilità dei prezzi...

Aborto,Pro life: Commissione Ue vittima fake news sinistra italiana

Il sostegno alla maternità fa parte del...

Steadfast Defender, la maxi esercitazione Nato in Europa: prima tappa in Polonia

Video newsSteadfast Defender, la maxi esercitazione Nato in Europa: prima tappa in Polonia

Brilliant Jump-2024 sarà sotto il comando del Quartier generale JFCBS a guida italiana

Milano, 13 feb. (askanews) – Entra nel vivo in queste ore la Steadfast Defender-2024 (STDE24), una delle più importanti esercitazioni della Nato che si svolge in Europa centrale e settentrionale, in particolare nell’area compresa tra Germania, Polonia e Mar Baltico, particolarmente calda per via della prossimità con l’Ucraina ma con una location anche in Italia (dal 5 al 24 maggio).Coinvolti circa 90.000 soldati, marinai e aviatori con più di mille veicoli da combattimento, aerei, velivoli a pilotaggio remoto, elicotteri e navi militari provenienti da tutti i 31 paesi dell’Alleanza Atlantica, nonché dalla Svezia, al momento Paese “partner” della Nato.Le esercitazioni metteranno alla prova la capacità delle forze dell’Alleanza di scoraggiare e difendersi da una potenziale aggressione avversaria nei confronti della Nato e dei paesi partner. “Si tratta di esercitazioni difensive e non mirate a nessun paese specifico” si specifica.La Polonia, in quanto nazione ospitante dell’esercitazione STDE-24, ospiterà un numero significativo di truppe ed equipaggiamenti alleati sul suo territorio.All’inizio di STDE24, un elemento chiave sarà l’esercitazione Brilliant Jump-2024 (BRJU24), condotta sotto il comando del quartier generale del Joint Force Command Brunssum (JFCBS), agli ordini del Generale dell’Esercito italiano Guglielmo Luigi Miglietta che, da poco, ha assunto la leadership della NATO Response Force (NRF) 2024, la forza multinazionale ad alta prontezza della Nato.Si tratta di un’esercitazione di allerta e schieramento a livello operativo e tattico. L’obiettivo è addestrare e testare la Very High Readiness Joint Task Force (VJTF) della Nato nella pianificazione ed esecuzione di uno spiegamento e nella loro capacità di rispondere a una potenziale crisi armata multidimensionale, contribuendo così a rafforzare le capacità di deterrenza e di difesa dell’Alleanza, dimostrando la forza e la determinazione che derivano dalla sua unità.BRJU24 vuole dimostrare anche la prontezza e la mobilità della Very High Readiness Joint Task Force, la punta di diamante della Forza di risposta della NATO (NRF). Questo rapido dispiegamento migliorerà anche l’interoperabilità di alleati e partner. BRJU24 coinvolgerà un totale di circa 3.000 soldati e 700 veicoli provenienti da cinque paesi NATO VJTF (Albania, Polonia, Spagna, Turchia e Regno Unito).Come elemento centrale della VJTF di quest’anno, circa 600 veicoli della 7a Brigata Meccanizzata Leggera del Regno Unito (“The Desert Rats”) verranno scaricati da navi Ro-Ro nel nord della Germania e inizieranno la loro marcia attraverso la Germania verso l’STDE24 Drawsko Area di allenamento Pomorksie in Polonia. All’arrivo, saranno accolti da un contingente spagnolo che sbarca in Polonia e da altre truppe provenienti da Albania, Turchia e Polonia.BRJU24 è l’unica esercitazione all’interno della STDE24 guidata da JFC Brunssum, ma la combinazione di queste esercitazioni costituirà la più grande dimostrazione delle capacità di difesa dell’Alleanza e dei suoi Stati membri dal 1988. Le esercitazioni si collegano direttamente ad altre esercitazioni sotto l’egida della STDE24 come l’esercitazione DRAGON 24 (DR24) che si svolge anche in Polonia.La Very High Readiness Joint Task Force, dopo aver completato BRJU24, si sposterà attraverso la Polonia per unirsi ad altre truppe che prenderanno parte all’esercitazione guidata dalla Polonia Dragon 24 (DR24). Durante tutte queste fasi, verrà messa alla prova la loro capacità di interagire e di eseguire compiti di combattimento con truppe esterne alla Very High Readiness Joint Task Force.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles