mercoledì, 17 Aprile , 24

Gli occhi delle donne dal carcere: la Santa Sede in Biennale

Alla casa circondariale in Giudecca il progetto...

G7 a Capri verso sanzioni a Iran e sistemi difesa aerea a Kiev

Piena sintonia Italia-Usa. Tajani: Teheran non può...

Da Vinitaly un’iniezione di fiducia per l’intero settore del vino

Malgrado il momento complesso, espositori, operatori e...

Mattarella plaude ad accordo Ue migranti, ora “scelte su competitività”

Capo dello Stato a Sofia esprime preoccupazione...

Stampa Estera: “Tutti noi a casa Berlusconi, pensavamo a uno scherzo”

Video newsStampa Estera: "Tutti noi a casa Berlusconi, pensavamo a uno scherzo"

La presidente Cakir alla vigilia inaugurazione sede Palazzo Grazioli

Roma, 18 mar. (askanews) – “Eravamo disperati perché al centro di Roma non c’erano luoghi idonei per noi, alla fine avevamo quasi smesso di cercare e un agente immobiliare ci ha consigliato il piano nobile di Palazzo Grazioli, specificando che era ex casa di Berlusconi. E noi pensavamo a una presa in giro, non è possibile tutti corrispondenti giornalisti a casa di Berlusconi, però andiamo a vederlo. È iniziato come uno scherzo, ma poi è stato molto positivo per noi”: lo ha spiegato Esma Cakir, presidente dell’Associazione della Stampa estera, in un video alla vigilia dell’inaugurazione – con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella – della nuova sede della storica organizzazione nel piano nobile di Palazzo Grazioli, ex residenza romana di Silvio Berlusconi in Via del Plebiscito.”I corrispondenti, i nostri colleghi e le nostre colleghe già sono emozionati, non sono ancora entrati in questo posto ma non vedono l’ora di lavorare qui. Abbiamo molte richieste di aggiungere nuove scrivanie, perché non saranno più sufficienti in questo posto, e questa è una soddisfazione enorme”, ha aggiunto.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles