venerdì, 17, Gennaio, 20

Presentata oggi all’Assemblea Nazionale ANCI di Arezzo la pubblicazione dedicata al “Programma complementare nella politica di coesione dedicata al caso Campania

Ultim'ora

Il dossier della Dia: “Bande giovanili accademia della camorra”

La relazione semestrale della Direzione investigativa antimafia continua a leggere sul sito di riferimento Source:: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2020/01/17/news/il_dossier_della_dia_bande_giovanili_accademia_della_camorra_-246052457/?rss

Grande Fratello Vip 2020, il freeze di Pago e le parole di Miriana Trevisan sul padre del cantante | video Mediaset

Dopo un video – messaggio per Pago, Miriana Trevisan entra nella Casa di Grande Fratello Vip 2020. Nella quarta...

La sfida italiana alla deforestazione

Paolo Mori Il clima sta cambiando, il mondo scientifico è ormai unanime. La specie umana sembra avere importanti responsabilità...

La pubblicazione racconta dell’esperienza vissuta dalla Regione Campania in fase di chiusura del ciclo di programmazione 2007-2013 mediante uno sforzo congiunto di tutte le strutture regionali deputate alla gestione del POR Campania FESR 2007-2013.

La Regione Campania, nel dicembre del 2015, a chiusura del ciclo di programmazione 2007-2013 aveva certificato circa 2,9 miliardi di euro, pari al 65% del valore complessivo del Programma. In questo contesto la Regione Campania, come previsto dagli Orientamenti di chiusura ha avuto a disposizione ulteriori 15 mesi sia per certificare la restante parte delle spese liquidate sul POR Campania FESR 2007-2013, sia per concludere gli interventi avviati ed in parte certificati a valere sui fondi FESR 2007- 2013 ma non ancora conclusi né finanziariamente né fisicamente. In particolare, questa ultima tipologia di interventi ha rappresentato fin dai primi mesi del 2016 un elemento critico per l’Amministrazione Regionale, infatti oltre 2.000 progetti, non essendosi conclusi entro dicembre 2015, necessitavano di una nuova copertura finanziaria per garantire la completa realizzazione delle opere e la messa in salvaguardia delle quote già certificate. A tal fine, con grande senso di responsabilità, l’Amministrazione Regionale ha scelto di utilizzare tutte le fonti finanziarie compatibili: POR FESR 2014-2020, Programma di Azio- ne e Coesione 2007-2013, il Fondo Sviluppo e Coesione/obiettivi di Servizio e infine anche parte delle risorse attribuite al Programma Operativo Complementare. L’utilizzo delle risorse nazionali del Fondo di Rotazione (art. 5 della legge 56 n. 183/1987) derivanti dall’applicazione nelle “regioni meno sviluppate” di un tasso di cofinanziamento ai Programmi UE inferiore al 50%, ha consentito alla Regione Campania di definire: • un Programma Operativo Complementare (POC) – Piani di Azione e Coe- sione 2014-2020 (Delibera Cipe 11/2016); • un Programma Operativo Complementare (POC) completamenti program- mazione fondi strutturali 2007-2013 (Delibera Cipe 12/2016). Nel dettaglio, l’utilizzo delle risorse POC – ex Delibera Cipe 12/2016, ha infatti consentito il completamento e la messa in uso – entro i termini previsti dagli Orientamenti di chiusura – dei progetti originariamente finanziati con risorse POR Campania FESR 2007-2013 che hanno prodotto spese certificate a valere sul medesimo Fondo, onde evitare da un lato la decertificazione delle risorse certificate alla Commissione europea e dall’altro un impatto devastante sui comuni campani, sia dal punto di vista finanziario che territoriale, con il conseguente rischio di lasciare opere incompiute.

Alla luce di quanto evidenziato, il testo parte da un’analisi quantitativa degli interventi finanziati dal POR Campania FESR 2007-2013 il cui completamento è stato “salvaguardato” dal “POC Completamenti”, individuandone dapprima i principali ambiti tematici nonché la descrizione dei progetti più significativi. Inoltre il presente lavoro si è posto come obiettivo ambizioso di rappresentare una best practice anche per altre realtà. In questo contesto generale, IFEL Campania ha contribuito, in qualità di Assistenza Tecnica, a supportare la struttura regionale nella definizione delle soluzioni operative, accompagnandola nelle fasi di programmazione, attuazione, gestione, monitoraggio e controllo.

Nell’ambito della stessa assemblea tante sono state le iniziative presentate a favore dei comuni d’Italia, c’è stata inoltre, la voce del presidente della repubblica Mattarella e di altri organi istituzionali.

Scarica la versione digitale della pubblicazione : https://www.ifelcampania.it/poc.pdf

Ultime Notizie

Il dossier della Dia: “Bande giovanili accademia della camorra”

La relazione semestrale della Direzione investigativa antimafia continua a leggere sul sito di riferimento Source:: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2020/01/17/news/il_dossier_della_dia_bande_giovanili_accademia_della_camorra_-246052457/?rss

Grande Fratello Vip 2020, il freeze di Pago e le parole di Miriana Trevisan sul padre del cantante | video Mediaset

Dopo un video – messaggio per Pago, Miriana Trevisan entra nella Casa di Grande Fratello Vip 2020. Nella quarta puntata di stasera, venerdì 17...

La sfida italiana alla deforestazione

Paolo Mori Il clima sta cambiando, il mondo scientifico è ormai unanime. La specie umana sembra avere importanti responsabilità nel cambiamento in atto. Su...

Adriana Volpe apre al confronto con Giancarlo Magalli: le sue parole al Grande Fratello Vip 2020 | video Mediaset

Adriana Volpe apre al confronto tv con Giancarlo Magalli. Nella quarta puntata di stasera, venerdì 17 gennaio 2020, la concorrente di Grande Fratello Vip...

Grande Fratello Vip 2020, lo scontro tra Antonella Elia e Fernanda Lessa: che frecciatine! | video Mediaset

Nuovo scontro al Grande Fratello Vip 2020. All'inizio della quarta puntata di stasera, venerdì 17 gennaio, Antonella Elia e Fernanda Lessa si sono scambiate...

Potrebbe interessarti anche...