Nicola Tanturli ritrovato vivo, il bambino scomparso sul Mugello trovato da “La vita in diretta”

Appena Pubblicati

Perché l’Atalanta può vincere lo scudetto

Tra certezze in campo, rivali e ritmo: l'Atalanta adesso sogna in grande, lo scudetto è possibile continua a leggere...

Regioni: “Obbligo mascherine in occasione di assembramenti”

Di Ugo Cataluddi e Marta Tartarini ROMA – “L'utilizzo di mascherine (mascherina chirurgica o dispositivo che conferisce superiore protezione come...

Berlusconi prepara il videomessaggio, Veltroni si scalda a bordo campo

ROMA – L'unica che con tenacia insiste, insiste e non molla, è la capa di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni:...

Una storia a lieto fine quella del piccolo Nicola Tanturli di 21 mesi, il bambino scomparso a Mugello e ritrovato, per fortuna vivo, questa mattina, dal giornalista de La vita in diretta: Giuseppe Di Tommaso, mentre realizzava un servizio giornalistico nelle campagne del Mugello, proprio sulla scomparsa del bambino.

Giuseppe di Tommaso il giornalista de’ La Vita in diretta che ha trovato il bambino scomparso

Il piccolo Nicola Tanturli si trovava in una scarpata profonda circa 50 metri a circa 3 chilometri di distanza dalla sua casa, in un casolare isolato in mezzo ai boschi dell’Appennino. Il giornalista Giuseppe Di Tommaso, si stava recando verso l’abitazione di Leonardo e Giuseppina i genitori del bambino, e pare avrebbe udito alcuni lamenti e rumori.

L’inviato de La vita in diretta ha subito allertato il luogotenente dell’arma dei Carabinieri Ciccarelli, comandante della stazione di Scarperia. Il militare si è calato per 25 metri e ha individuato il piccolo che ha chiesto subito della mamma. Lo stesso luogotenente lo ha riportato sulla strada riconsegnandolo alla madre. Il bambino sta bene, hanno riferito i soccorritori, ma sarà portato all’ospedale di Borgo San Lorenzo per gli accertamenti del caso.

La scomparsa

I genitori avevano raccontato agli investigatori di averlo messo a letto intorno alle 19.00 e di essersi accorti solo a mezzanotte che il bambino non c’era più. I due genitori non si erano accorti della scomparsa del bambino. Lanciato l’allarme sono poi immediatamente partite le ricerche. In azione oltre 200 tra volontari, vigili del fuoco e forze dell’ordine.

Il post di ringraziamento de La vita in diretta

Anche la trasmissione condotta dal giornalista Alberto Matano si è voluta congratulare a nome di tutta la redazione con il loro inviato: “Nicola, il bambino di 21 mesi scomparso nei boschi del Mugello, è stato ritrovato poco fa dal nostro inviato Giuseppe Di Tommaso” – Il messaggio apparso sul profilo Twitter della trasmissione pomeridiana di Rai 1.

continua a leggere sul sito di riferimento

ULTIM'ORA

Perché l’Atalanta può vincere lo scudetto

Tra certezze in campo, rivali e ritmo: l'Atalanta adesso sogna in grande, lo scudetto è possibile continua a leggere...

Regioni: “Obbligo mascherine in occasione di assembramenti”

Di Ugo Cataluddi e Marta Tartarini ROMA – “L'utilizzo di mascherine (mascherina chirurgica o dispositivo che conferisce superiore protezione come gli FFP2) a protezione delle...

Gol e gioco di squadra: perché Dzeko ha fatto dimenticare Lukaku

Dai numeri fino al gioco corale: ecco come Edin Dzeko ha fatto dimenticare Lukaku all'Inter continua a leggere sul sito di riferimento

Tg Politico Parlamentare, edizione del 2 dicembre 2021

COVID, LA GERMANIA ELOGIA L'ITALIA “Mi sentirei meglio se fossimo in una situazione come quella italiana”. La cancelliera Angela Merkel lancia l'allarme Covid in...

Potrebbe interessarti anche...