Maria Mazza, intervista alla Dottoressa di Avanti un altro: “Ora che mia figlia Sveva è più grande, mi sento pronta per un reality” | Esclusiva

Appena Pubblicati

Le Iene streaming, replica puntata di martedì 11 maggio 2021 | Video Mediaset

Le Iene, la puntata in streaming di martedì 11 maggio 2021 con la conduzione di Nicola Savino e Alessia...

David di Donatello 2021, tutti i vincitori del Premio: da Sophia Loren a Elio Germano

David di Donatello 2021 vincitori: la 66esima edizione dei Premi “oscar” del cinema italiano è stata segnata dal trionfo...

Le Iene, la vicenda di Sileri: conflitto di interessi oppure no? | Video Mediaset

Le Iene tornano ad occuparsi di Sileri coinvolto in un possibile conflitto di interessi legato al lavoro della moglie. C'è...

Incanta il pubblico di “Avanti un altro” con la sua sfolgorante bellezza. Conosciuta come la Dottoressa, Maria Mazza racconta di essere approdata nel programma in un momento complicato della sua vita. Aveva da poco perso il papà e non aveva più gli stimoli per continuare a seguire il suo sogno. L’incontro con Paolo Bonolis però ha segnato la sua rinascita rappresentando un importante capitolo di svolta. In questa intervista, rilasciata in esclusiva a SuperGuida TV, Maria Mazza ha tracciato un bilancio di questi nove anni. Un bilancio positivo in cui ha sottolineato l’importanza di lavorare con un grande professionista come Paolo Bonolis.

Dottoressa mancata nella vita, Maria è scesa in piazza nell’ultimo anno per difendere il diritto alla scuola. Non sono mancate le minacce sui social soprattutto da parte di madri contrarie alla sua posizione. Lei però non si è lasciata intimorire ma è andata avanti perché la scuola, specie in alcuni quartieri di Napoli, rappresenta l’unica via di fuga dalla strada. Ci rivela che oggi si sentirebbe pronta a partecipare ad un reality e fa il nome di due ex concorrenti, Tommaso Zorzi e Stefania Orlando, di cui si dichiara una fan sfegatata. Dal punto di vista sentimentale, Maria non è stata molto fortunata ma non rimpiange le scelte fatte. Parla con profonda stima del suo compagno Amedeo che tutti i giorni le insegna il valore della solidità: “Il mio compagno oltre ad essere il padre di Sveva è un uomo meraviglioso. Sono stata sposata e sono arrivata a chiedere l’annullamento del matrimonio dalla Sacra Rota perché l’uomo che avevo sposato era la persona sbagliata. E’ stato un errore. Non mi sono pentita perché quell’esperienza mi ha fatto diventare la donna che sono oggi. Il legame che ho con Amedeo e Sveva vale più di un matrimonio. Io e lui condividiamo gli stessi principi. Amedeo è un ristoratore e in questi ultimi mesi ha avuto una vita non facile. Nonostante tutto, è riuscito a mantenere la lucidità e la calma lottando insieme ai suoi dipendenti e difendendo il suo lavoro. Tutti i giorni mi dà una grande lezione di solidità e professionalità”. Parole bellissime che qualsiasi uomo vorrebbe ascoltare dalla propria donna. Maria è attaccata alla sua famiglia ma anche al suo lavoro. Una donna risolta che si ritiene soddisfatta del proprio percorso professionale. Un percorso in cui non si è mai accontentata. Il segreto, ci dice, è studiare, crescere e migliorarsi. Parole sante!

Intervista a Maria Mazza, la dottoressa di Avanti un altro

Maria, in “Avanti un altro” sei conosciuta come la Dottoressa. E’ vero che questo programma ha segnato per te una rinascita?

Questo programma mi ha restituito il sorriso e la voglia di continuare a fare questo lavoro. “Avanti un altro” è arrivato in un momento delicato della mia vita perché stavo affrontando il dolore per la scomparsa di mio padre. Lavorare con Paolo è stata terapeutico. Devo ringraziare lui e il resto del cast per avermi accolta. Per me “Avanti un altro” rappresenta una seconda famiglia.

Ad oggi, qual è il bilancio di questa esperienza?

E’ un bilancio molto positivo. Per me che voglio fare la conduttrice essere al fianco di Paolo Bonolis è una palestra. Pendo dalle sue labbra perché lui è una Ferrari nella conduzione. Il pubblico poi ci sta regalando tantissime soddisfazioni. Segno che in un momento storico particolare come questo le persone hanno voglia di sorrisi e di leggerezza.

Pare che Mediaset di fronte agli ottimi risultati abbia confermato “Avanti un altro pure di sera” nel prime time della domenica. Ti saresti aspettata questo successo?

Un grandissimo professionista come Paolo Bonolis merita la prima serata e gli ascolti ci stanno premiando.

In realtà, nella vita, sei una dottoressa quasi mancata. Hai mai rimpianto il fatto di non esserti laureata? In questi anni, ti è mai passato per la mente il pensiero di riprendere il percorso universitario?

Amavo frequentare Giurisprudenza e ho sempre amato studiare. Mi mancavano cinque esami alla laurea ma poi ho iniziato a lavorare con la danza che è sempre stata la mia più grande passione. Non ho rimpianti perché nel mio lavoro ho avuto la fortuna di formarmi in molti campi, dal cinema al teatro. Rifarei tutto quello che ho fatto.

Le belle donne sono sempre soggette a critiche. Quanto la tua bellezza è stata importante per il tuo lavoro e quanto invece un limite?

La bellezza è l’altro rovescio della medaglia. E’ un ottimo biglietto da visita che ti può aprire tante porte ma dall’altro può diventare un limite nel caso in cui non si sfrutti altro. A volte per questo nasce un’insana competizione tra donne e questo mi dispiace perché è importante invece saper andare oltre le apparenze. Non ho mai curato particolarmente il mio aspetto fisico e mi piaccio così, con i miei pregi e i miei difetti. Mi sono sempre rimboccata le maniche e ho studiato credendo nel mio talento.

Dall’inizio della pandemia ti sei battuta da mamma contro la chiusura delle scuole. Da mamma come hai vissuto questo periodo? E soprattutto, come l’ha vissuto tua figlia Sveva?

In Campania è scoppiato il caso nel caso perché purtroppo a molti non è stata data la parola. Ho una figlia che ha fatto il 70% del suo percorso di prima elementare in didattica a distanza. E’ un vero abominio. Ho trovato assurda la discriminazione che è stata fatta rispetto alla politica adottata dalle altre regioni. Da mamma mi sono dovuta inventare di tutto per tenere Sveva attiva e non le ho mai fatto interrompere l’attività sportiva.

E’ vero che hai ricevuto anche minacce sui social?

Mi hanno bloccato due volte l’account solo per il fatto di aver postato un’intervista che mi era stata fatta durante una protesta in piazza contro la didattica a distanza. E poi ho ricevuto parolacce e minacce in privato da parte di mamme contrarie alla mia posizione. Io mi sono esposta a nome di tutti i bambini e non solo per mia figlia. A Napoli ci sono quartieri in cui la scuola rappresenta la sola via di fuga dalla strada.

Ti continua a leggere sul sito di riferimento

ULTIM'ORA

Le Iene, la vicenda di Sileri: conflitto di interessi oppure no? | Video Mediaset

Le Iene tornano ad occuparsi di Sileri coinvolto in un possibile conflitto di interessi legato al lavoro della moglie. C'è davvero un conflitto di interessi...

Potrebbe interessarti anche...